CHAT

NewBorn, ovvero la fotografia per i bambini

Unicità delle fotografie scattate

Sono figlia di un fotografo, sono cresciuta in un’epoca dove la fotografia si faceva con la pellicola e ricordo benissimo che mio padre usava me e mio fratello per ultimare gli scatti che erano rimasti nel rullino, non dava nessun preavviso, ci chiamava e via “click!” ci faceva le foto. Per noi era così naturale, svuotava il caricatore e noi lì a farci fotografare, non ci lamentavamo, eravamo abituati. Oggi ho tantissime foto conservate in scatole che ogni tanto mi capitano sotto mano e che riguardo sempre con immenso piacere. Se non ci fosse stato lui a fotografarci, chissà! molti di quegli istanti sarebbero andati persi e sarebbe stato difficile ritrovarli.

Le foto della vita familiare si stampano

Da qui la mia passione a fotografare, non importa dove e in che situazione ma fotografare gli attimi di vita familiari quotidiani per conservarne il ricordo.

La cosa importante, e che ripeto a tutte le mamme che mi chiedono consigli su come conservare le milioni di foto (e sì, perché oggi di foto con il cellulare ai nostri figli ne facciamo milioni!!!), è: “Stampate, stampate, stampate!”.

Non so se è quello che succede anche a voi, ma l’emozione che riesce a darmi una foto stampata, una foto che profuma di buono, di famiglia, di cosa è stato, non riesce a darmela una foto digitale; dico sempre una foto vera è quella che si stampa e che resta lì a fare il suo compito, ma non subito, negli anni quando servirà a farci ricordare.

Da qui la voglia di mettermi in gioco e di aiutare i genitori a conservare questi momenti così preziosi che non torneranno mai più: i primi giorni di vita di un piccolo bebè. Sono anche io diventata mamma e riguardo a volte le foto di mio figlio e mi dico spesso: “Ma era davvero così piccolo?”, come è cresciuto ogni giorno.

L’importanza delle memorie

Fotografare i bimbi appena nati, creare con loro un piccolo portfolio per fare in modo che quel momento così delicato, cuccioloso, intimo, puro possa restare per sempre impresso in una stampa e nel cuore, nella memoria dei genitori: questo è il mio compito. Questo è quello che voglio fare, dare un prodotto professionale, di qualità che resti nel tempo e che ogni volta che si guarda profumi di buono, di famiglia, di quello che è stato!

I bambini sono unici

Lavorare con i bambini è sempre così imprevedibile, è una costante sfida, nessun bambino è uguale ad un altro, chi dorme sempre, chi fa le facce buffe, chi strilla tutto il tempo, chi è la serenità in persona, chi si sveglia con un solo soffio sul viso, chi anche al suono più rumoroso continua a dormire; diversi, ma tutti belli! Unici!

Insieme a voi genitori, vorrei riuscire a raccontare la vostra storia di famiglia in questo determinato periodo della vostra vita, entrare dentro questo nuovo ambiente familiare e fotografarlo congelandolo nel tempo “Freeze” e quello che resterà sarà qualcosa di unico, perché la vostra famiglia è unica!

In cosa consiste una sessione fotografica

Quando dico “sessione fotografica” in interno o esterno non metto mai una durata limite di tempo. Alcuni miei colleghi lo fanno, ma secondo me sbagliano. Come si fa a stabilire un tempo prima? Nella sessione bisogna considerare il tempo per le poppate, il tempo per cullare ed addormentare il bimbo, il tempo per i cambi di pannolino. Questi tempi non si possono stimare prima, ma sono tempi tecnici ed utili per la buona riuscita delle fotografie. Quindi prendetevi una mattinata libera e senza premura dedicatevi a questa esperienza fotografica.

Lo scopo finale è sicuramente quello di avere una buona selezione di scatti per poter consegnarvi un eccellente lavoro finale.

Per i bambini appena nati

Per bimbi con pochi giorni di vita: il bebè verrà fotografato principalmente (se ovviamente collabora) mentre dorme in posizioni di sicurezza, in morbide fasce colorate o in abitini in morbida lana e con simpatiche decorazioni in testa (cappellini o fasce).
Quello che mi piace è comunque consegnarvi delle foto che abbiano uno stile dolce e delicato che riflettano la purezza dei bimbi nei primi giorni di vita, mi piace soffermarmi sui dettagli così piccoli ma perfetti delle mani, delle labbra o dei piedini.
Nell’arco di tempo che va dalla nascita alle due settimane successive ho la possibilità di fotografare i neonati in modo naturale, mentre esprimono il loro piccolo mondo della nuova vita. Le immagini sono potenti perché rappresentano una serie di momenti emozionanti e coinvolgenti in cui si fondono la storia del neonato e l’arte.

Per i bambini dell’età di 1 anno

Per bambini fino all’anno di età: i bimbi verranno fotografati in ceste o supporti che reggono la schiena e la testa (qualora queste non si reggano autonomamente). In questa fascia di età focalizzo la mia attenzione sulla bellezza e la simpatia che i bambini trasmettono. Espressioni buffe o delicate, cercherò di catturare questi momenti unici, questi sorrisi così espressivi che riempiono il cuore di chi li guarda!
Usando qualche semplice oggetto di scena, cercherò di immortalare la loro particolare personalità.

Possibilità di organizzare sessioni fotografiche “smash cake”.

E per i più grandi?

Per bimbi dopo l’anno di età: i bimbi di questa età sono molto complicati da fotografare: non stanno mai fermi! La bellezza degli scatti è proprio quella di catturare le mille espressioni buffe che riescono a fare!
Il segreto per realizzare queste foto è sempre uno: non avere fretta, ma rispettare i tempi del bambino e poi utilizzare i tempi “buoni” per scattare, scattare, scattare.

Le soluzioni finali che vi propongo

Ogni pacchetto proposto contiene sempre una forma “stampata” di fotografia, perché, come già detto, la stampa è per noi il miglior modo per conservare il ricordo di questo momento della vita dei vostri figli.

location 1
telephone 1
whatsapp 1

vimeo 1
facebook